La battaglia sul salario minimo in Germania a colpi di denunce e dossier europei

L’attività delle Istituzioni europee in materia di trasporto e logistica è più che mai in fermento in questi mesi. Tra i temi che maggiormente sono all’attenzione degli organi c’è quello sul salario minimo. Piovono le denunce dalle imprese e dagli Stati membri ed è sempre più chiara la strumentalizzazione dei dossier europei rispetto alle diverse finalità concorrenziali tra imprese e tra Stati membri.

La Commissione europea ha, infatti, aperto una procedura d’infrazione contro la Germania per la violazione della libera circolazione dei servizi e dei lavoratori attraverso l’adozione della legge sul salario minimo obbligatorio.

Continua a leggere…


Perché i pedaggi autostradali aumentano ogni anno

Riccorentemente a ogni capodanno parte la polemica sul perché i pedaggi autostradali aumentano ogni anno

Come si è potuto leggere sulla stampa italiana, il primo gennaio il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha aggiornato le tariffe autostradali prevedendo un aumento medio dello 0,6%. Dal momento che l’aumento può sembrare una decisione discrezionale del Governo, occorre fare chiarezza sulle ragioni per cui ogni anno il ministero aggiorna le tariffe. Continua a leggere…


Le nuove scelte della UE

Il primo anno di studi della Fondazione Centro Studi Logistica e Trasporti ha evidenziato un rapporto molto debole tra Italia ed Unione europea, nonostante le nuove scelte della UE. Debolezza basata innanzitutto sulla scarsa innovazione dei contenuti provenienti da entrambe le parti. Continua a leggere…


Il potere della burocrazia europea

Il potere della burocrazia europea mette a rischio la legittimazione popolare come mostrano le procedure contro Germania e Italia

L’attività della Commissione europea in materia di Trasporti e infrastrutture si sta intensificando attraverso il rafforzamento dell’Unità, ossia del gruppo di funzionari, che si occupa di aiuti di stato.

Formalmente parlando si tratta di un ottimo passo avanti verso la legalità e il maggior controllo delle erogazioni pubbliche ai soggetti privati. Realisticamente parlando, le ingerenze politiche a Bruxelles preoccupano molto: siamo certi che il controllo sia davvero tecnico e non politico?

Continua a leggere…


UE: autotrasporto e mercato

La Commissione europea è tornata ad occuparsi di un tema caldo come autotrasporto e mercato. Lo ha fatto partendo da un’analisi delle infrazioni rilevate che, ad avviso dell’esecutivo europeo, implica un rischio di distorsione della concorrenza molto alto: la diversa interpretazione delle regole sul lavoro e la corsa al ribasso negli standard di sicurezza provoca un inevitabile vantaggio competitivo per gli operatori provenienti dagli Stati membri più indulgenti. Tanto le norme sul lavoro quanto gli standard di sicurezza sono, infatti, previsti da specifiche disposizioni europee il cui margine di discrezionalità, tuttavia, non ha consentito di raggiungere una vera uniforme applicazione nei diversi Stati membri.

Continua a leggere…